La Cernita Teatro
La Cernita Teatro La Cernita Teatro

Iqbal

La storia del bambino pakistano simbolo della lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Di Monica Porcedda

Liberamente ispirato a "Storia di Iqbal" di Francesco d'Adamo


Con: Monica Porcedda e Daniele Pettinau
Collaborazione drammaturgica e suoni a cura di: Daniele Pettinau
Costumi e scene a cura di: Lucia Longu e Loredana Luminita Surduc
Regia: Monica Porcedda

Età consigliata: dai 3 ai 10 anni - durata: 50 minuti.
Parole chiave: Coraggio, libertà, sogno, lavoro minorile e ingiustizia.

scarica la scheda artistica di Iqbal in formato pdf


"Nessun bambino dovrebbe impugnare mai uno strumento di lavoro.
Gli unici strumenti di lavoro che un bambino dovrebbe tenere in mano sono penne e matite".
                                                                                                                Iqbal Masih


Due Clown hanno una missione: raccontare ai bambini la storia di Iqbal Masih, ma qualcosa non va per il verso giusto. Grazie all'aiuto di un telefono e di una cartina magica riescono a cavarsela e a portare a termine la loro rocambolesca missione.
Il contesto giocoso creato dai due clown utilizza comicità e umorismo per raccontare una storia importante, quella di Iqbal Masih, che nella sua breve vita, è riuscito a liberare 3000 bambini dalla schiavitù: grazie al suo impegno e al suo coraggio il governo pachistano chiuderà decine di fabbriche di tappeti, gestite dalla mafia pachistana.


Chi è Iqbal

Iqbal Masih nasce nel 1983 a Muridke, una città pakistana in cui lo sfruttamento del lavoro minorile è la norma. Il suo destino è stabilito ancor prima della sua nascita, in quella regione tormentata dalla fame e dalla miseria.
A soli quattro anni inizia a lavorare in condizioni di schiavitù, dopo esser stato venduto dal padre al direttore di una fabbrica di tappeti, legato ad un telaio per dodici ore al giorno.
Nonostante tutto Iqbal non si arrende, cresce in lui il desiderio di libertà e riscatto, finché un giorno nel 1992, a soli 9 anni, riesce a scappare dalla fabbrica.
Durante la fuga incontra per strada un gruppo di esponenti del "Fronte di Liberazione dal Lavoro Schiavizzato" e in quell’occasione trova il coraggio di raccontare la propria storia.
Iqbal diventa così un simbolo della lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
E’ un bambino che lotta per uscire da un incubo, fuori dal quale trascina migliaia di piccoli lavoratori indifesi. Dopo alcuni anni, esattamente il 16 aprile del 1995, la domenica di Pasqua, mentre torna a casa in bicicletta viene assassinato da un sicario della mafia dei tappeti.

La storia di Iqbal, è raccontata in un film del 1998 diretto da Cinzia Th Torrini e nel libro “Storia di Iqbal" di Francesco d'Adamo, edizioni EL (lo scrittore ha pubblicato diversi testi di letteratura per ragazzi).

Esigenze tecniche
Lo spettacolo si caratterizza per un allestimento scenico leggero. Può essere rappresentato in spazi teatrali non convenzionali con tempi di montaggio non superiori alle due ore (inclusi di prove audio, posizione e puntamento luci) e di smontaggio inferiori ai 30 minuti. Si richiede uno spazio scenico di 5x5 metri possibilmente in piano e un carico elettrico di 10 KW.

Contatti
Carla Galliu: segreteria organizzativa e di produzione
segreteria@lacernita.it - cell. 389 7673106
www.lacernita.it

NEWS

2019-05-09


#CantieriCreativi_Echoes (giovani e adulti)
Bacu Abis Teatro 2019

2019-05-09


#CantieriCreativi_Ragazzi (dagli 11 ai 15 anni)
Bacu Abis Teatro 2019

2019-05-09


#10AnnidiCernita
Festa dal 24 al 26 maggio Teatro di Bacu Abis

2019-04-03


Domenica 7 aprile |#Marcondiro_mostrafotografica| #SpazioLab_InstagramApp |#Altrevelocitą_L'AtlantedelleCittą
Bacu Abis Teatro 2019

>

CONTATTI

Sede legale: via Valle Imperina, 8 - Bacu Abis, Carbonia (CI)
Sede artistica: Teatro Bacu Abis - Piazza Santa Barbara, Carbonia (CI)
+39 389 7673106 - +39 329 3143009
Email: info@lacernita.it - segreteria@lacernita.it
Iscriviti alla nostra Newsletter: